ANSA

 

PESCA: PIANO TRIENNALE;

API, LEVA SVILUPPO PER ACQUACOLTURA INNOVAZIONI IMPORTANTI IN SETTORE RICERCA

(ANSA) - ROMA, 10 Marzo 2005

 

''Un importante strumento di programmazione, leva di sviluppo del comparto della pesca e dell'acquacoltura nazionale'': questo il giudizio dell'Associazione piscicoltori italiani (Api) relativamente al Programma Nazionale triennale della Pesca e dell'acquacoltura 2005-2007, presentato ieri al Tavolo Azzurro dal Sottosegretario alla Pesca Paolo Scarpa Bonazza Buora. L'auspicio dell'associazione e' che il documento possa diventare ''operativo a breve''.

''I nuovi strumenti di tutela economico finanziario'' rappresentano ''indubbiamente - afferma l'API - una concreta risposta alle croniche difficolta' del settore di accedere ai sistemi creditizi, assicurativi e finanziari''. Importanti segnali vengono anche, sottolineano i piscicoltori, ''dai compiti assegnati alla ricerca scientifica per l'acquacoltura, che trovano aderenza alle istanze piu' volte sollevate dalla categoria''.   Dunque, un Programma che contiene ''innovazioni per il comparto che contribuiranno sicuramente a far crescere l'acquacoltura italiana - conclude l'Api - che si trova a competere in un mercato sempre piu' aggressivo e globalizzato''.